Estate 2020: PRESENTAZIONE DELLA PROPOSTA

Carissimi genitori, dopo lunghe riflessioni e proficue relazioni con i nodi educativi territoriali possiamo finalmente presentare la proposta estiva che la Comunità Pastorale metterà in atto dal 29 giugno al 31 luglio 2020. Desideriamo, però, condividere con voi i passi che ci hanno spinto ad intraprendere questa decisione.

PROBLEMI ED INCORAGGIAMENTI

Da metà gennaio, attraverso le riflessioni di un piccolo gruppo, la Comunità era già in cammino a passi spediti verso l’estate. Il quadro generale frutto della pandemia e  le norme di riferimento emanate delle istituzioni alla luce dello stesso, però, hanno minato le possibilità di realizzazione di quanto immaginato. Durante la Messa Crismale l’Arcivescovo ha invitato le comunità cristiane della Diocesi a trovare il modo per proporre una forma “inedita” attraverso la quale permettere ai ragazzi di fare, nonostante tutto, esperienza di Vangelo! Abbiamo raccolto l’invito! 

LE SCELTE EDUCATIVE

Solitamente l’Oratorio Estivo, per come è impostato, risponde a due bisogni: quello di cura quotidiana e quello educativo. Ci siamo resi conto che, dovendo osservare normative sanitarie particolarmente stringenti, sarebbe stato impossibile rispondere ad entrambe le necessità (a meno di poter accogliere un numero molto basso di bimbi e ragazzi o veder lievitare in modo spropositato i costi a carico delle famiglie). Abbiamo per questo motivo deciso di offrire un servizio che rispondesse al bisogno educativo (rinunciando quindi, anche se a malincuore, alla cura “full-time” dei ragazzi).

LA RESPONSABILITÁ DI CIASCUNO

La proposta che nella prossima pagina verrà spiegata è frutto dell’impegno  di tempo ed energie da parte della comunità cristiana e dei suoi membri! Per come è strutturata la proposta, però, non è possibile non immaginare forme di responsabilità condivisa (anche solo per la cura dei ragazzi nel tempo in cui non potranno essere all’oratorio).

Tante volte ci siamo chiesti come sarebbe potuto essere il “vivere dopo la pandemia”. Spesso ci siamo augurati che le cose potessero cambiare “in meglio”. Condividere la responsabilità della cura dei ragazzi, superando la dinamica della “delega”, potrebbe essere un primo straordinario passo!

Noi ce la mettiamo tutta, il raccolto sarà abbondante, però, solo se ciascuno offrirà la propria parte!

Non desideriamo curare i vostri ragazzi; vorremmo, con voi, curarne la crescita!

I sacerdoti e i responsabili degli oratori

RICORDIAMO CHE MARTEDÍ 16 ALLE 21.00 SUL CANALE YOUTUBE VERRÁ PRESENTATA IN MODO ANCOR PIÚ DETTAGLIATO LA PROPOSTA! SARÁ POSSIBILE INTERAGIRE FACENDO DOMANDE IN DIRETTA.

QUI trovate il PDF scaricabile con la descrizione dettagliata della proposta.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More