Celebrazione di Prime S. Comunioni e Cresime

Dal comunicato del Vicario generale sulla Settimana Santa e la Pasqua

Le Messe di prima Comunione e della Cresima. Quando le faremo?
Lo zelo sincero, ma anche un po’ ansioso, di presbiteri, catechiste, e di qualche famiglia, si pone questa domanda. Ma che cosa si potrà rispondere se non abbiamo ancora nessuna indicazione di quando potrà essere definita conclusa l’emergenza? E allora, che cosa possiamo immaginare? Che cosa può suggerire il Vicario Generale? Ci provo…
– Quando finirà l’emergenza e si riprenderà la vita quotidiana la prima cosa che dovremo fare è celebrare l’Eucaristia! Radunarsi, festeggiare, fare suffragio per i defunti, battezzare, confessare, andare a trovare i parenti, gli ammalati, giocare insieme, raccontarci tante cose…
– La seconda cosa che dovremo fare è quella che i Parroci hanno sempre fatto, cioè fissare con le catechiste le date delle prime comunioni. Se devono cambiare rispetto al calendario scritto a settembre, si cambino come si riesce. E si celebrino con gioia anche se il programma del catechismo non è stato ben concluso… Non è forse vero che in quelle occasioni, come per le Cresime, il Parroco dice sempre “queste ragazze e questi ragazzi hanno fatto un bel cammino, anche se .., ma sono contento di presentarli alla Comunità o al Vescovo”. Soprattutto il Parroco loda e ringrazia le catechiste (e la comunità educante…) per il servizio e la dedizione. Anche quest’anno, e con quali disagi e creatività, hanno servito e accompagnato! Quindi, appena possibile si celebrino le Prime Comunioni!
– La stessa cosa faremo per le Cresime. Se rimangono praticabili le date fissate, si celebrino; in caso contrario cercheremo con il Vicariato competente una soluzione creativa e le celebreremo in modo diverso. Ma su questo punto torneremo dopo aver pensato alla celebrazione della Pasqua.

LA PASQUA DELLA CHIESA DALLE GENTI.
Carissimi fratelli e sorelle, presbiteri e diaconi, consacrate e consacrati, “la Pasqua verrà”. Nelle nostre chiese domestiche, nelle diverse comunità ecclesiali, nelle chiese parrocchiali, nella testimonianza quotidiana di amore, di responsabilità, di ricerca e di servizio di donne e uomini. Insomma nella “Chiesa dalle genti” che lo Spirito santo ci ha fatto e continua a farci scoprire, la Pasqua verrà! E pur in modi diversi dal solito ascolteremo con gioia l’annuncio pasquale: “il sacerdote con apostolica voce oggi a tutti proclama: Cristo Signore è risorto! Rendiamo grazie a Dio!”
Buona Pasqua!

+ Mons. Franco Agnesi Vicario generale della Diocesi di Milano
Milano, 26 marzo 2020

Cosa accadrà nella nostra Comunità

Abbiamo atteso questo comunicato prima di prendere qualsiasi decisione a riguardo.  A partire da quanto emerso dagli organi diocesani, che giustamente devono pensare a dettare una linea di principio valida per tutti e non a risolvere le problematiche legate ai singoli casi, abbiamo deciso di formalizzare autonomamente e nel minor tempo possibile una definitiva presa di posizione.

Comprendiamo i disagi che ciascuno, anche da questo punto di vista, sarà chiamato a vivere. Ci scusiamo e garantiamo, per questo motivo, la massima solerzia.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More